Un piatto di carbonara ovvero: diventare indipendenti studiano all’estero.

spaghetti-carbonara
"Mio figlio, male che vada, tornerà a casa dal Canada che saprà cucinare una buona pasta, spaghetti, alla carbonara...".
"Mi scusi signora, penso di non aver capito?", dico con aria quasi sconvolta.
"Carissimo Ighor, proprio quello che ho detto: male che vada, mio figlio dopo un anno di Canada, saprà cucinarsi, e cucinarmi, una buona carbonara".


Va bene, ripartiamo.
Mandare un figlio a studiare in Canada per dei mesi, o per un anno, ha un costo economico ed emotivo.
Questa signora mi parla di un buon piatto di spaghetti alla carbonara, che suo figlio imparerebbe a fare dopo un periodo di studio nel grande nord.
Cattive scuole?
Scarsa fiducia nel sistema canadese?
Scarsa fiducia negli insegnanti canadesi?
Direi nulla di tutto questo.
Approfondisco la chiaccherata e capisco che mi vuole dire qualcosa di preciso: un messaggio lasciato tra le righe.
Alla signora interessa l'educazione canadese: non lo ha scelto a caso, ma vuole andare a toccare altri tasti.
Il Canada è un paese anglosassone: competitivo, meritocratico, dinamico e giovane. Allo stesso tempo è un isola felice, dove si trova ancora rispetto e poca delinquenza.
Un paese dove fare maturare i figli. La signora voleva dire proprio questo: imparare a fare una carbonara, per lei, vuole dire maturare.
Non ha voluto dirmi che ha mandato il figlio a studiare per imparare una seconda, e forse ,una terza lingua.
Non ha voluto dirmi che lo ha spedito a 10 ore di aereo, da dove vive, per per i laboratori all'avanguardia e le strutture avveniristiche.
Lo ha fatto perché, in primis, vuole che il figlio ritorni in Italia, più maturo e più autonomo.
"dovrà, dopo qualche mese, mettersi a cucinare se vuole mangiare in maniera italiana!", mi dice sorridendo.

La signora conosce bene il Nord America e conosce bene gli italiani e le loro tradizioni. Il figlio sarà più pronto dopo la sua esperienza in Canada.
Sarà più indipendente e saprà affrontare le difficoltà che gli metterà davanti il mondo del lavoro o il mondo accademico.
Dovrà essere attento a prendere decisioni, i corsi che vuole seguire, ed ogni sua scelta traccerà il suo futuro.
Allora ben venga un buon piatto di spaghetti alla carbonara.
Le sfide della vita ci formano e ci modellano. Imparare a cucinare un piatto di pasta, in senso figurato, è una sfida da prendere.
Una sfida che, partendo dal dosare gli ingredienti, ci fa arrivare ad una ricetta sofisticata.
Buon appetito a tutti.